Autorizzazione all'utilizzo dei cookies

Tu sei qui

Alternanza Scuola-Lavoro (ASL)

alternanza scuola lavoro

-->Visita il sito ministeriale

 

La legge 13 luglio 2015, n. 107 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti) dispone l’incremento, il potenziamento e l’obbligatorietà dell’Alternanza scuola-lavoro (ASL) nel secondo ciclo di istruzione.
Le scuole progettano percorsi finalizzati a incrementare l’orientamento professionale di tutti gli studenti nel secondo biennio e quinto anno del percorso di studi.
L’Alternanza scuola lavoro non è una semplice esperienza di tirocinio in azienda, ma è una metodologia didattica innovativa che si prefigge di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro attraverso periodi di permanenza in azienda, in Italia e all’estero. Il profilo delle competenze atteso in uscita dai percorsi formativi risulta arricchito.
L’ASL si concretizza in periodi di formazione in azienda attuati nell’arco dell’anno scolastico, integrati da un ventaglio di ulteriori occasioni formative coordinate dal Consiglio di classe (incontri con referenti aziendali, associazioni di categoria, rappresentanti di agenzie per l’impiego, visite aziendali, convegni dedicati, percorsi strutturati finalizzati alla promozione di competenze trasversali…).

L’Alternanza scuola-lavoro favorisce:
- la capacità di orientamento, favorendo una scelta autentica di prosecuzione degli studi nei percorsi post diploma o di inserimento nel mondo del lavoro;
- l’empowerment, ossia la crescita individuale delle competenze di base e di cittadinanza, promuovendo la motivazione e riducendo i rischi di dispersione scolastica.
In questo nuovo quadro le discipline, pur mantenendo la loro specificità, vengono integrate dalla conoscenza del mondo lavorativo e delle professioni.
I percorsi in alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto la responsabilità dell’Istituzione scolastica, sulla base di apposite convenzioni con le aziende disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa.

Le collaborazioni esplicitano:
1. le attività da realizzare nei contesti operativi e i relativi periodi;
2. gli impegni dei diversi soggetti coinvolti;
3. le competenze attese dai percorsi di Alternanza;
4. gli strumenti per la valutazione delle competenze da certificare;
5. gli strumenti per il monitoraggio e la valutazione in itinere della conformità, dell’efficacia e dell’efficienza del percorso da parte del tutor scolastico, del tutor aziendale, dell’alunno.

Dall’a.s. 2016 17 l’Istituto Marco Polo ha avviato una riflessione interna in risposta alla nuova configurazione dell’Alternanza scuola-lavoro prevista dalla L. 107/2015, coinvolgendo le classi:
- 2^, 3^, 4^ IeFP – Istruzione e Formazione professionale
- 3^, 4^ e 5^ Istruzione tecnica e professionale statale.

In riferimento ai tempi e alla durata di ASL, i percorsi prevedono:
- negli IeFP, entro i 3 anni previsti per il conseguimento della qualifica, un numero di ore tra il 15% ed il 50% del monte ore triennale; per la quarta classe un numero di ore compreso tra il 20% ed il 50% del monte ore annuale;
- nei percorsi di istruzione tecnica e professionale, un totale di almeno 400 ore da effettuare nel corso del secondo biennio e del quinto anno.

La scuola ha elaborato strumenti comuni di progettazione, di monitoraggio e di verifica-valutazione per la tenuta sotto-controllo dei processi e per una documentazione delle esperienze. Attraverso un confronto interno, svolto nei singoli Consigli di classe e condiviso negli organi collegiali allargati, l’istituto Marco Polo ha avviato procedure per la valutazione e la certificazione delle competenze sperimentate in considerazione del “valore” che sarà attribuito alle esperienze di alternanza in sede di Esame di Stato (DLgs 62/2017) a partire dall’a.s. 2018-19.

I percorsi di alternanza scuola lavoro includono anche percorsi formativi dedicati alla sicurezza destinati ai ragazzi. Agli studenti, equiparati a lavoratori, viene assicurata la formazione generale e la formazione specifica (DLgs 81/2008). Si attivano percorsi interdisciplinari in aula, propedeutici all’attività di Alternanza, già nelle classi 2^, al fine di sensibilizzare i ragazzi al tema del lavoro e di favorire l’acquisizione di competenze trasversali utili e spendibili nel mondo aziendale.

L’Istituto Marco Polo potrà realizzare in alcune classi esperienze di Impresa Formativa Simulata: essa rappresenta un’opportunità di apprendimento a scuola in un contesto operativo-organizzativo simile a quello aziendale.

 

SCUOLA E TERRITORIO

Piattaforma

La Piattaforma "Scuola e Territorio" permette a docenti, alunni, aziende e personale amministrativo di interagire attivamente nella gestione della documentazione relativa agli stage dell'Alternanza Scuola-Lavoro

Sito realizzato a partire da  "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.