Autorizzazione all'utilizzo dei cookies

Tu sei qui

Alternanza Scuola-Lavoro (ASL)

alternanza scuola lavoro

-->Visita il sito ministeriale

 

L’analisi del tessuto socio-economico del Comune di Colico e dell’Alto Lario mette in evidenza un territorio caratterizzato da aziende manifatturiere che operano nel settore metalmeccanico con alto livello di automazione e da aziende artigiane che soddisfano il fabbisogno dell’impiantistica elettrica civile e industriale. Inoltre il territorio per la sua posizione geografica ha una significativa potenzialità turistica in fase di sviluppo.

In questo contesto opera la nostra scuola che progetta percorsi formativi con la metodologia della Alternanza Scuola Lavoro capaci di rispondere ai bisogni formativi espressi dal territorio.

L’Alternanza Scuola Lavoro è patrimonio dell’Istituto Superiore Marco Polo di Colico a partire dal 2003. Come previsto dalla L. 107/2015 coinvolge le classi:
- 2^, 3^, 4^ IeFP – Istruzione e Formazione professionale
- 3^, 4^ e 5^ Istruzione tecnica e professionale statale.

L’Alternanza non è una semplice esperienza di tirocinio in azienda, ma è una metodologia didattica innovativa che si prefigge di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro attraverso periodi di permanenza in azienda, in Italia e all’Estero. A partire dall’a.s. 2017-18 l’istituto Marco Polo ha offerto la possibilità agli studenti di effettuare il percorso formativo anche all’estero. L’attività di tirocinio nei Paesi dell’Unione Europea è finalizzata non solo al potenziamento delle competenze  tecnico-professionali ma anche all’apprendimento di una lingua seconda e alla sensibilizzazione interculturale a sostegno della cittadinanza europera. Grazie all’alternanza il profilo delle competenze atteso in uscita dai percorsi formativi risulta arricchito.
 

L’Alternanza scuola-lavoro favorisce:
la capacità di orientamento, stimolando una scelta autentica di prosecuzione degli studi nei percorsi post diploma o di inserimento nel mondo del lavoro;

l’empowerment, ossia la crescita individuale delle competenze di base e di cittadinanza, promuovendo la motivazione e riducendo i rischi di dispersione scolastica.

In questo nuovo quadro le discipline, pur mantenendo la loro specificità, vengono integrate dalla conoscenza del mondo lavorativo e delle professioni.

L’alternanza si concretizza in periodi di formazione in azienda attuati nell’arco dell’anno scolastico, integrati da un ventaglio di ulteriori occasioni formative coordinate dal Consiglio di classe a partire dalla classe terza negli indirizzi statali e a partire dalla classe seconda per i corsi di Istruzione e Formazione regionale/IeFP  (incontri con referenti aziendali, associazioni di categoria, rappresentanti di agenzie per l’impiego, visite aziendali, convegni dedicati, corsi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, percorsi strutturati finalizzati alla promozione di competenze trasversali…).

I percorsi in alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto la responsabilità dell’Istituzione scolastica, sulla base di apposite convenzioni con le aziende disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa.

Le collaborazioni esplicitano:
le attività da realizzare nei contesti operativi e i relativi periodi;
gli impegni dei diversi soggetti coinvolti;
le competenze attese dai percorsi di Alternanza;
gli strumenti per la valutazione delle competenze da certificare;
gli strumenti per il monitoraggio e la valutazione in itinere della conformità, dell’efficacia e dell’efficienza del percorso da parte del tutor scolastico, del tutor aziendale, dell’alunno.

La calendarizzazione dei periodi dell’Alternanza Scuola Lavoro tiene conto delle fasi di sviluppo dell’anno scolastico e delle disponibilità aziendali.

Per avere una buona riuscita del progetto formativo dello studente, i Consigli di classe  nominano un tutor scolastico, solitamente un docente delle discipline tecnico/professionali che assicura il raccordo tra scuola, studente, famiglia e azienda.

Recandosi presso l’azienda incontra il tutor aziendale e insieme, dopo attento sopralluogo degli ambienti di lavoro, elaborano il progetto formativo.

Durante il tirocinio aziendale il tutor scolastico effettua anche visite di monitoraggio.

La valutazione del percorso in alternanza è finalizzata all’accertamento delle competenze

acquisite: Il tutor aziendale fornisce al tutor scolastico ogni elemento utile  a verificare e valutare le attività dello studente e l’efficacia dei processi formativi.

L’Istituto Marco Polo ha un docente coordinatore delle attività di Alternanza Scuola Lavoro di tutti gli indirizzi scolastici e si è dotato di un gestionale “Scuola &Territorio”, strumento utile per la gestione documentale collegata ai percorsi formativi e aperto a tutti i soggetti interni ed esterni coinvolti.

La scuola ha elaborato strumenti comuni di progettazione, di monitoraggio e di verifica-valutazione per la tenuta sotto-controllo dei processi e per una documentazione delle esperienze. Attraverso un confronto interno, svolto nei singoli Consigli di classe e condiviso negli organi collegiali allargati, l’istituto Marco Polo ha avviato procedure per la valutazione e la certificazione delle competenze sperimentate in considerazione del “valore” che sarà attribuito alle esperienze di alternanza in sede di Esame di Stato (DLgs 62/2017) a partire dall’a.s. 2018-19.

La valutazione finale degli apprendimenti a conclusione dell’anno scolastico, viene attuata

dal docente tutor e dai colleghi del Consiglio di classe. La valutazione del percorso in alternanza è parte integrante della valutazione finale dello

studente ed incide sul voto di comportamento.

 

I percorsi di Alternanza Scuola Lavoro includono anche percorsi formativi dedicati alla sicurezza destinati ai ragazzi. Agli studenti, equiparati a lavoratori, viene assicurata la formazione generale e la formazione specifica (DLgs 81/2008).

Si attivano percorsi interdisciplinari in aula, propedeutici all’attività di alternanza, già nelle classi 2^, al fine di sensibilizzare i ragazzi al tema del lavoro e di favorire l’acquisizione di competenze trasversali utili e spendibili nel mondo aziendale.

 

 

 

SCUOLA E TERRITORIO

Piattaforma

La Piattaforma "Scuola e Territorio" permette a docenti, alunni, aziende e personale amministrativo di interagire attivamente nella gestione della documentazione relativa agli stage dell'Alternanza Scuola-Lavoro

Sito realizzato a partire da  "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.